Cantuccini Marche

Cantuccini

Chef: Palma

Località: Marche

 

   Ingredienti
Farina 00                                    kg.   1,300
Zucchero                                     gr.      500
Uova                                                            8
Burro                                           gr.       150
Mandorle tostate                          gr.   500
Lievito pane degli angeli          bustina   1
Sale     1 pizzico
Buccia di limone grattugiato
Liquore  forte o anice, un pò
Latte un pò 
Procedimento
In una terrina sbattere le uova con lo zucchero,
aggiungere il liquore, un pizzico di sale e piano piano la farina, il lievito e il burro sciolto in un po’ di latte.Quando è tutto impastato morbido, si aggiungono le mandorle.
Si impasta ancora, poi si preparano dei grissini lunghi come la teglia.                           Si pongono sulla teglia ad una certa distanza tra di loro e si inforna a circa 200° per 20 minuti.
A metà cottura si sfornano i grissini, si affettano e si infornano nuovamente per concludere la cottura. Si deve porre attenzione alla cottura in forno perché facilmente possono scurirsi.

 

 

Neole Abruzzo

Neole

Chef: Erminia

Località: Abruzzo

 

  neole Ingredienti
Farina                                q. b.

Uova                                       5

Zucchero cucchiai               5

Olio di arachidi cucchiai    5

Lievito bustina                     1

Limone 1 o anice o gusti a piacere

Procedimento
In un recipiente mettere 5 tuorli , 5 cucchiai di zucchero e mantecarli con la frusta.

Aggiungere l’olio poi i bianchi mantecati a neve, il lievito e la farina fino a raggiungere una densità morbida, infine l’anice oppure la buccia grattugiata del limone.

 

Pasta-di-mandorle-Sicilia

                                      Pasta di mandorle  (agnello pasquale)

                                                 chef     Nuccia                                                        

                                                                       Sicilia

Ingredienti
1 kg di farina di mandorle
1 kg di zucchero
250 cl. di acqua
Procedimento
pasta-di-mandorle In una casseruola, posta sul fuoco a fiamma bassa, far sciogliere lo zucchero con l’acqua.
Portare a 110°C. e aggiungere la farina di mandorle mescolando con cura.
Versare il composto sul piano di lavoro, lavorare prima con una spatola e quando si è raffreddato impastare con le mani, fino ad ottenere un impasto liscio, aggiungendo dell’acqua  se necessita.
Lasciarlo riposare per un’ora coperto con la pellicola trasparente.


Ci sono due modi per modellare la frutta martorana, con gli appositi stampi o a mano libera.

Gueffus-Sardegna

Gueffus

Chef: Virginia

Località: Sardegna

Gr. 500    di mandorle
Gr. 600   di zucchero semolato
1                bicchierino  di liquore dolce a piacere:

1               limone

1               bicchierino di acqua di fior d’arancio

es. Maraschino,  Strega o Mirto

Procedimento
Pelare le mandorle, dopo averle scottate in acqua bollente; lasciatele asciugare, poi frullarle  finemente.
In un tegame a pareti alte, sciogliete gr. 500 di zucchero, 100 ml di acqua, il liquore e   acqua di fior d’arancio, finchè si trasformerà in sciroppo limpido e trasparente. Aggiungere la farina di mandorle e il limone grattugiato, mescolare  a lungo e lasciare cuocere. Togliete dal fuoco e lasciare che si raffreddi, quando il composto è tiepido, bagnare le mani con acqua fior d’arancio e formare tante piccole palline, grosse come  nocciole, rotolatele nello zucchero rimasto e lasciate che si raffreddino e si asciughino.
Avvolgete prima in foglietti di carta stagnola, poi in un foglietto di velina colorata,  da richiudere alle estremità come si fa con una caramella, frangiando con le forbici i bordi.

 

Marmellata-di-arance

Marmellata di arance
  Chef: Rita e Lussy 

 

 

Ingredienti 

3 kg         arance naturali
800 gr.   di zucchero
2               limoni
4/5          chiodi di garofano

Procedimento
Lavare bene le arance, pelarle con il pelapatate,far bollire  le bucce per  5 minuti; cambiando l’acqua 4-5 volte.
Pulire l’arancia a spicchi, togliendo tutta la pelle; metterle in una pentola, aggiungere lo zucchero, lo bucce cotte (volendo si possono tagliare più sottili),  il succo di 2 limoni e i chiodi di garofano.
Portare ad ebollizione e cuocere a piacere fino a raggiungere la densità desiderata, ma non troppo densa, per non rischiare che diventi troppo dura.
Riempire i vasetti e farli raffreddare sotto coperta.
(controllare girando con un cucchiaio)