Come funziona

Chi partecipa alla Banca del Tempo lo fa per molteplici ragioni.


Fra queste:

avere un miglior rapporto con un bene che tutti possediamo e che spesso gestiamo male: il tempo;

nello scambio si dà per avere e si riceve per offrire; si scambia per socializzare e conoscersi;

– allargare la propria rete amicale e di parentela;

– confrontarsi con realtà a noi non-affini senza pregiudizi, perché la varietà e le differenze, siano esse etniche, culturali o generazionali, sono una grande ricchezza di questo mondo;

– realizzare concretamente uno spazio in cui è garantita reale parità fra tutti i soggetti. Il valore della prestazione in tempo non tiene conto, quasi provocatoriamente, delle differenze economiche che nella società esistono fra persone e fra professionalità diverse; mette sullo stesso piano la casalinga che fa la torta e il musicista che insegna a suonare il sax;

– partecipare ed essere cittadino attivo. Si partecipa alle regole di una comunità, alle decisioni importanti, ma si partecipa anche a momenti di festa, di divertimento.

Cosa non è la Banca del Tempo

La Banca del Tempo non è volontariato, ma un luogo di scambio dove vige la reciprocità. Si dà per ricevere, in un ambito di assoluta parità tra i partecipanti.

Per saperne di più


Ogni lunedì dalle ore 15 alle ore 18 nell’ufficio della
Banca del Tempo, c’è una persona:

  • per rispondere a tutte le tue domande,
  • per accogliere le tue proposte,
  • per ricevere la tua domanda di iscrizione,
  • per aiutare a concretizzare le tue idee di iniziative comuni

Chi volesse conoscere meglio la Banca del Tempo di Nichelino può rivolgersi ai componenti del Comitato Direttivo

 

I commenti sono chiusi.