Lucia P. Come ho conosciuto la Banca del Tempo

Racconto di Lucia Princigalli

Sono iscritta alla BdT da 9 anni.

Mi ha portato la mia consuocera che frequentava già questa associazione le avevano chiesto se conosceva una sarta che volesse offrire il suo sapere per insegnare a delle signore piccole lezioni di cucito, io ho sempre lavorato come sarta e ora che  sono in pensione e  vedova, ho del tempo da offrire.

 Accettai volentieri e per un mese facemmo questo piccolo corso, finite le lezioni ricordo che le signore mi omaggiarono con una bella pianta per ringraziarmi, perché io non ero ancora iscritta e non potevo scambiare il mio tempo.

Poi frequentai ancora la BdT partecipando a mani in pasta, mi piacque e mi iscrissi, mettendo a disposizione il mio sapere nel cucito. Però nei primi anni  c’è voluto in po’ di tempo per inserirmi forse per il mio carattere troppo timido e anche perché non mi sentivo molto coinvolta, cosi trascuravo un pò la mia frequentazione poi man mano che anche loro hanno capito come ero, mi coinvolgevano a partecipare ai lavori di gruppo, così facendo, mi sono riavvicinata. Oltre ai vari scambi di riparazione cucito e preparazioni per buffet,  ho dato il mio contributo per cucire alcune borse in stoffa una diversa dall’altra, divertendomi a realizzarle.

 Ogni anno festeggiamo il carnevale con vestiti realizzati da altre socie che hanno un po’ di competenze nel cucito, ed io partecipo sempre molto volentieri, l’ultimo e stato  in stile anni 50, abbiamo iniziato nel mese di Dicembre 2017 con la ricerca delle stoffe e successivamente io mi sono dedicata a preparare dei modelli di gonne a ruota,  che poi ho modificato  in base alle misure di ciascuna, certe hanno preferito la mezza ruota e quindi sono intervenuta, ho aiutato le mie collaboratrici nel taglio del modello su stoffa e ho dato loro dei consigli utili per cucirle, qualcuna ha cucito personalmente la sua gonna altre hanno avuto bisogno di farsele cucire con il sistema dello scambio ore, anche io ho usufruito di questo tipo di pagamento dalle persone che ho servito. I modelli erano tutte per le gonne ma c’è stato anche un vestito sempre in stile anni 50, che ho eseguito dal disegno del modello alla realizzazione completa, durante i lavori c’è stata molta collaborazione e fermento per lo scambio di idee sui vari accessori da abbinare, camicette, foulard scarpe, bigiotteria e altro.

 Finalmente il giorno 11 Febbraio la festa è stata fatta e posso dire che tutto è riuscito benissimo.

L’ultimo lavoro è un arazzo in Patcwork, che ho eseguito con l’aiuto di una socia, molto brava e volenterosa.

Nel corso degli anni, ho fatto molte amicizie, c’è uno scambio di idee e questo mi piace, sono diventata meno timida. 

Voglio dire a tutti che sono entusiasta di partecipare a tutte le iniziative dell’Associazione, compleanni, feste, gite e tanto altro ma soprattutto perchè quando impegno il mio tempo per dei  lavori io mi diverto, mi sento utile e gratificata.

  Ora posso dire che, sono contenta di far parte Banca del Tempo.       

 

I commenti sono chiusi.