Stefania L. Come ho conosciuto la Banca del Tempo

Mi chiamo Stefania e ora vi racconto come ho conosciuto la Bdt.

Tanti anni fa’, sentivo parlare di associazioni dove si scambiavano le ore e ne rimasi incuriosita.

 Poi nel 2013 per problemi di lavoro, io e mio marito, ci siamo dovuti trasferire da Cerveteri (Roma) a Nichelino (To).

  A 53 anni cambiare città non è così facile, lasciare affetti amicizie e ritrovarsi da sola in una cittadina del nord; così ricordando di questa associazione ho iniziato a chiedere un po’ a tutti se a Nichelino ci fosse, ma a quanto pare nessuno di quelli a cui chiedevo ne conoscevano l’esistenza, finché un giorno, trovai nella cassetta della posta il giornalino locale “ Nichelino città” dove in ultima pagina c’era un articolo che parlava della Banca del Tempo di Nichelino, con annessa foto delle socie,  le  varie attività svolte e il numero di telefono, li contattai e cosi iniziò la mia bella esperienza.

Mi sentii subito accolta bene e quindi mi iscrissi, frequentavo tutte le loro attività quali cucina, ballo, cucito, uscite culturali e momenti di svago.

 Poi ho scelto anche di far parte del direttivo occupandomi di organizzare i compleanni dei soci e i turni per aprire la sede. Ho conosciuto tante belle persone e stretto amicizie che coltivo ancora adesso.

L’ esperienza di cui sono più orgogliosa e ricordo con gioia è un saggio di recitazione per l’anniversario dei “15 anni della BDT “ ci siamo molto divertite,  tutte le foto che ricordano questi bei momenti sono visibili nel sito.

Ora la vita mi ha fatto di nuovo ritornare al mio paese, ma mi tengo sempre in contatto con loro.

 Vorrei ringraziare, dei bei momenti condivisi e per non avermi fatta sentire sola in una cittadina che non conoscevo.

 Grazie a tutti.

I commenti sono chiusi.