Pasta di mandorle – Sicilia

Chef. Nuccia

Ingredienti
Farina di mandorlekg.1
Zucchero kg.1
Acquacl.250

Procedimento

In una casseruola, posta sul fuoco a fiamma bassa, far sciogliere lo zucchero con l’acqua.

Portare a 110°C , e aggiungere la farina di mandorle mescolando con cura.

Versare il composto sul piano di lavoro, lavorare prima con una spatola e quando si è raffreddato impastare con le mani, fino ad ottenere un impasto liscio, aggiungendo dell’acqua  se necessita.

Lasciarlo riposare per un’ora coperto con la pellicola trasparente.

Ci sono due modi per modellare la frutta martorana, con gli appositi stampi o a mano libera.

ORECHIETTE CON CIME DI RAPA E POMODORINI Puglia

Chef. Tere e Carlo A.

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE
Orecchiette (possibilmente fresche)gr. 300
Cime di rape (solo le cime con qualche foglia tenera)kg. 2
Cipolle lunghe fresche2
Pomodorini15
 Filetti di acciughe a piacere (oppure poco sale)2
Spagnolino facoltativo
  Olio extra vergine
 Sale per la pasta 

Preparazione

In una pentola alta mettere abbastanza acqua, portare a ebollizione e versare prima le cime di rapa e poco dopo le orechiette fresche (in caso di pasta secca mettere insieme con le cime) e il sale.

Nel frattempo che la pasta cucina, preparare il sughetto, in un padellino mettere olio q b. le cipolle a pezzettini i pomodorini tagliati a metà,( le acciughe e lo spagnolino se vi piacciono) oppure un po’ di sale;  incoperchiare e lasciare cuocere una decina di minuti.

A cottura ultimata, spegnete; togliete due mestolini di acqua che aggiungerete al sughetto, scolate la pasta con le cime versare in una pietanziera e condire col sughetto mescolare . Servita dopo un cinque – dieci minuti è più buona.

Piada fritta – Romagna

  Chef. Rosalba

Ingredienti:
Farina 00gr. 500
Lievito di birragr. 20
Burro  temperatura ambiente    gr.40
Olio di semi  per friggere 
1 bicchiere acqua e latte          
Sale qb.

Procedimento

 Sciogliere il lievito nell’acqua e latte tiepido, unire gli ingredienti, impastare il tutto       e fare un panetto morbido, fare un taglio a croce e coprirlo con uno             coprire con uno   strofinaccio pulito; lasciare lievitare.
      Quando il volume dell’impasto si sarà raddoppiato, suddividere l’impasto  a panetti, tirarla con il mattarello e formare la piada; friggere  in abbondante olio.

Scaldatelli Puglia

Chef. Rina

Ingredienti:
Farina 00kg. 1
Olio d’olivacl.200
Vina biancocl.150
Semi di finocchio (facoltativo)gr.100
Lievito 1 bustina
Sale1 cucchiaio
Pepe  nero                         a piacere

Preparazione:

 Impastate la farina con il lievito, i semi di finocchio, l’olio d’oliva e il vino (che avrete, entrambi, precedentemente riscaldati).
Lavorate bene sulla spianatoia fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Lasciate riposare il tutto per 10 minuti. Formate quindi dei cordoncini dal diametro di circa 1 cm.
Tagliateli in pezzi lunghi circa 20 cm.  e chiudete ciascuno di essi ad anello premendo bene le estremità per farle ben aderire tra loro. Mettete a bollire a fuoco molto alto una grande pentola riempita con abbondante acqua salata.
Immergete i taralli nell’acqua bollente. Quando questi tornano in superficie, tirateli fuori con una schiumarola, sgocciolandoli bene. Lasciateli quindi asciugare su uno strofinaccio da cucina.
Cuocete gli scaldatelli in forno già caldo a 200° su una teglia  foderata con carta da forno 15-20′. Dovranno essere dorati.

Tempo Richiesto (in minuti): 90

Tigelle Emilia

Chef. Laura

Ingredienti x 1 kg
Farina 00 kg. 1
Lievito di birra1 cubetto
Olio o burro3 cucchiai
Lievito x dolci 1 cucchiaio
Sale 1 pizzico
Latte e acqua frizzante   .q.b

Procedimento

    Impastare la farina con tutti gli ingredienti,

    lasciar lievitare x 2 ore.

Poi rimpastare e formare  delle palline che si stenderanno

    con il mattarello.

   Cuocere  sul fornetto fino a quando non saranno dorate.

 

Farcire con salumi e formaggi a piacere

 e mangiarle calde..