Sfinci di prescia – Sicilia

Chef. Nuccia

Ingrediente
Farina di semolagr. 600
Lattecl. 200
Olio 1 cucchiaio
Sale
Maraschino1 cucchiaio
Olio x friggere
Acqualt.1 e 1/4
Zucchero

Procedimento

Mettere in una pentola l’acqua, il latte, un cucchiaio di maraschino o altro, un pizzico di sale, un cucchiaio di olio, un cucchiaio di zucchero, quando comincia a fare le bollicine, aggiungere la farina, la quantità è quella che prende, mescolare bene in modo che non si formi grumi.

Appena comincia a staccarsi dalla pentola, spegnere il fuoco e versare il contenuto su un piatto liscio unto di olio, amalgamare fino a che si intiepidisce.

A questo punto, slungare la pasta della grossezza di un dito.

Formare delle E, tuffare gli sfinci in abbondante olio facendoli dorare da entrambi i lati.

Poi passarli nella zucchero

Pizzoccheri della Valtellina

Chef. Luisa F.

Ingrediente per 4 persone
Pasta pizzoccherigr.500
Patategr.200
Verza o coste o spinaci a piaceregr.150
Formaggio semigrasso( Valtellina Casera o fontinagr.200
Parmigiano grattugiatogr.100
Burrogr. 125
Aglio3 spicchi
Salvia1 mazzetto
Pepe

Procedimento

In una pentola con abbondante acqua, versare le patate tagliate a pezzetti, far bollire e aggiungere le verdure tagliate a pezzi e dopo 5 minuti aggiungere i pizzoccheri.

Far bollire 15 minuti e comunque fino a cottura della pasta.

Scolare e mettere da parte in una zuppiera abbastanza grande, aggiungere il parmigiano, il formaggio tagliato a pezzetti e proseguire alternando fino alla fine degli strati.

Nel frattempo in un pentolino sciogliere il burro con l’aglio e la salvia e far colorire un pò e versarlo sui pizzoccheri e formaggio.

Pepare e servire in piatti caldi.

In alternativa si può mettere tutto in una teglia e passare 10 minuti al forno.

AGNOLOTTI – PIEMONTESI

Chef. Giacinta

Ingredienti per la sfoglia
Farina 00kg.1
Uova 7
Acqua                                    q.b.
Per il ripieno
 Stracotto di manzogr.500
  Stracotto di maialegr.500
 Fettine di vitello                    5
 Salsiccia                              gr.200
Lardo a fettine                    gr.100
Verza o scarola                      1
Parmigiano grattugiatogr.200
 Uova                                     2/3
Sale, pepe                                q.b.
Olio e burro
 Aglio, cipolla, rosmarino e prezzemolo     

 Procedimento

Cuocere in tegami separati gli stracotti con aglio, rosmarino, cipolla,olio e burro.

Con le fettine di vitello preparare delle rolatine ripiene di lardo sottile e prezzemolo e cucinarle lentamente in tegame a parte con olio, burro, aglio.

Sbollentare le foglie di verza (scarola) pochi minuti in acqua e strizzarle bene.

In un altro tegame rosolare in olio la salsiccia spellata e spezzettata.

Aggiungere le foglie di verza (scarola) in modo che si insaporiscano bene.

Sgocciolare le carni dal loro sugo di cottura , filtrare i sughi e unirli in un unico contenitore.

Tritare  le carni tiepide e il composto di salsiccia e verza nel tritacarne.

Amalgamare le uova intere, il parmigiano grattugiato, sale e pepe in modo che il ripieno risulti ben compatto e asciutto.

Riempire i quadratini di sfoglia precedentemente preparati.

Cuocere gli agnolotti  e condirli con il sugo degli stracotti e ……buon appetito!

Tortellini Emiliani

Chef. Verbene

 

Ingredienti   per la sfoglia   
Farina 00kg.1
Uova 10
Per il ripieno
Bollito di manzogr. 500
Maiale- capocollogr.300
Tacchinogr.500
Cacciatorino1
Uova2/3
Parmigiano grattugiatogr.100
Pane pesto  /sale/noce moscata qb

Procedimento

Cuocere tutte le carni insieme* ben cotte
Tritare tutto e metterle nella terrina,

aggiungere il formaggio, un po’ di noce  moscata,e sale qb.

1° 2 uova e pane grattugiato

amalgamare bene tutto e

riempire i quadratini della sfoglia preparata precedentemente.

Culingionis de patata – Sardegna

Chef. Maria e Benito

Ingrediente
Patatekg.1
Farinakg.1
Formaggio sardogr.150
Parmigiano  gr. 50
Olio1 bicchiere
 Menta secca          
Aglio, cipolla
 1 cucchiaino

Procedimento

Per il ripieno, fare lessare le patate con la pelle,appena cotte pelatele e passatele nello schiacciapatate.

Intanto, a parte,in un tegame piccolo soffrigete in olio il trito di cipolla, aglio e menta.

Ora, in una ciotola ampia unite le patate al formaggio pecorino appena grattugiato, quindi versatevi il soffritto aromatico e mescolare il tutto con cura.

Con questo ripieno confezionate i ravioli, che secondo tradizione, vengono pizzicati ai bordi, così da raffigurare tante piccole spighe; cuocetele il giorno dopo in abbondante acqua salata e serviteli ancora caldi e fumanti, condendoli con sugo di pomodoro e spolvero di pecorino grattugiato.